RECENSIONE "Darkest Minds #3" di Alexandra Bracken

Titolo: Darkest Minds - L'ultimo bagliore
Autore: Alexandra Bracken
Editore: Sperling and Kupfer
Prezzo ebook: 8,99 €
Genere: Distopic
Serie: Darkest Minds #3
Data pubblicazione: 27/11/2018





Ruby non può permettersi di guardare indietro. Il quartier generale della Lega dei Bambini è stato raso al suolo. E ora lei e i giovani sopravvissuti all'attacco del governo a Los Angeles stanno viaggiando verso nord per riunirsi. Insieme a loro, c'è anche un pericoloso prigioniero, con le stesse incredibili abilità di Ruby. Per questo, solo lei può tenerlo sotto controllo: un solo errore e potrebbe scatenarsi il caos. È una sfida difficile da vincere ma, seppur distrutta da una perdita insopportabile, Ruby sa di non poter mollare adesso. Non quando è così vicina dal far cadere il governo e dal liberare le migliaia di ragazzi che ancora soffrono nei campi di riabilitazione governativi sparsi in tutto il Paese, e in particolare a Thurmond.

La missione di Ruby è chiara, anche se non tutti la condividono e le tensioni non si faranno attendere. La resa dei conti è vicina, e allora anche i segreti più oscuri verranno a galla, e i sentimenti più forti saranno messi alla prova.


***ATTENZIONE SPOILER***
Buongiorno librose,
Oggi vi parlo dell'ultimo romanzo della serie #DarkestMinds di Alexandra Bracken.  
Ruby è una ragazza con poteri che all'inizio temeva e odiava ma che poi impara a usare per aiutare il prossimo. Si sacrifica per coloro che ama, e segue senza freno i suoi obiettivi. Molte persone contano su di lei. Una eroina del futuro insomma :-) 
È stata privata della presenza dei genitori sin da piccola, ha nascosto i suoi poteri, peraltro molto pericolosi, per sopravvivere e poi ha dovuto imparare a gestirli e a usarli per aiutare gli altri, per raggiungere il suo unico obiettivo: liberare i ragazzi dai campi di reclutamento. Perché non c'è solo Thurmond, dov'è stata lei, ma tanti altri.

Dopo che il QA di Los Angeles è stato distrutto, Ruby insieme a Cole e agli altri, devono trovare un nuovo rifugio per i ragazzi e riorganizzarsi per la resa dei conti. La lega dei bambini non c'è più, non ufficialmente almeno, questa è l'occasione per fare qualcosa di buono e ripulirne il nome. Dovranno rimboccarsi le maniche e chiedere aiuti esterni se vogliono rovesciare il governo di Grant. 

C'è sempre un divario, una lotta tra i due fratelli: Cole e Liam e lei sta in mezzo ai due fuochi. Una lotta su come condurre l'operazione: usare la forza oppure i mezzi di comunicazione? Quale dei due è più efficace e sopratutto che garantisca un risultato positivo. Ruby conosce un segreto di Cole, il segreto di Cole. Segreto che potrebbe far vacillare anche quel poco di "legame" che c'è tra lui e Liam. Cosa farà Ruby, riuscirà a mantenerlo o lo svelerà a Liam? 

Inoltre come ben sapete, se avete letto il precedente romanzo, potrebbe esserci la possibilità di una cura. Sembra che la madre di Clancy la abbia trovata. Riusciranno a ingannarlo per trovare sua madre e sopratutto tenerlo a bada. Sappiamo bene quello che riesce a fare con la sua mente, è più bravo anche di Ruby, infatti era il suo "maestro". Quali sono i piani di Clancy? Pericoli e segreti sono dietro la porta. Riusciranno nella loro missione e a uscirne sani e salvi?


Non risposi. In quel momento era così tra di noi. Eravamo insieme, ma non in ciò che contava davvero, non come lo eravamo stati mesi prima. Dopo aver tradito così pesantemente la sua fiducia, non credevo che lo saremmo stati mai più. E mi sentivo ricadere nelle solite abitudini, nell’unico modo in cui sapevo agire: lottavo con i pensieri che avevo nella testa, intrappolandoli perché non contagiassero gli altri. Avevo costruito con cura, mattone dopo mattone, un muro invisibile tra noi, che rimaneva in piedi anche quando lo abbracciavo, quando stringevo le sue mani, quando lo baciavo.

È una ragazza di neanche 18 anni e ha tutte queste responsabilità. Umanamente impossibile gestire il tutto. I poteri, proteggere gli altri, il ruolo di leader e per non parlare del rapporto con Liam. Io sarei esplosa, e lei?

Considerazioni
Il romanzo ci mette un po' a partire, infatti fino al 20% circa ci ha messo un bel po' di tempo per ingranare, però poi il resto l'ho finito in una giornata. Spesso i romanzi così lunghi sono ricchi di dettagli futili. Ma la storia è anche ricca di colpi di scena e la voglia di scoprire sempre di più non manca.
La parte socio-politica del romanzo è ben costruita, invece quella che secondo me ha qualche falla è la parte tra Liam e Ruby e i genitori di quest'ultima. Non è un romance ed è ovvio che la loro storia non sia il fulcro del romanzo, però l'autrice doveva essere più chiara nel delineare il loro rapporto, i loro sentimenti. Lei ha tradito la sua fiducia e non solo. Come si risolve tutto questo? Con una discussione che poi viene interrotta e non ne parlano più per tutto il romanzo... Questo non mi è piaciuto molto, per il resto però troviamo anche alcune scene davvero romantiche e dolcissime. Sono poche ma buone :-P. 

Per quanto riguarda il rapporto di Ruby con i suoi genitori? Per tutto il romanzo non vengono nominati, sembra che lei li abbia quasi dimenticati. Sembra sia più legata con la nonna che con loro. Non vi dico altro per non farvi spoiler.

La parte finale, dopo la resa dei conti, diciamo, l'ho trovata un pò piatta. Mi sarei aspettata qualcosa di più forte, emozionante come è stato il resto del romanzo. E se questo non fosse il finale? Infatti dovrebbe uscire a breve, spero, uno spin off su uno dei personaggi secondari. Chi sarà? Magari riuscirà a colmare alcune lacune.
Consiglio la lettura agli amanti del genere :-) 


Alla prossima,
XoXo
Jenny 

Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni