RECENSIONE - "Respect" di Jay Crownover

Titolo: Respect
Autore: Jay crownover
Editore: Newton Compton
Genere: Contemporary romance
Prezzo ebook: € 5,99
Prezzo cartaceo: € 10,20
Data pubblicazione: 14 febbraio 2019
Pagine: 320
Serie: Breaking Point
#1 Honor  -  Recensione
#2 Instinct -  Recensione
#3 Respect 
C’era una volta la bellissima principessa Karsen. La sua, però, non è una favola come le altre. Karsen viveva in un regno di malvagità e corruzione, ma al riparo dagli orrori del mondo. Ignara della sofferenza, la principessa era innamorata della città che bruciava intorno a lei, ne amava gli angoli oscuri, le ombre spaventose. Fu così che consegnò il suo cuore nelle mani di un uomo pericoloso e violento, sorda ai suoi avvertimenti: lui diceva di non meritarla, ma lei non voleva credergli. Nonostante la sua indole brutale, quando erano insieme lui si dimostrava attento e premuroso. Karsen doveva sapere che l’oscurità avrebbe inghiottito la città e l’uomo che amava, ma il dolore per il suo tradimento fu tale che si trovò costretta a fuggire, con il cuore spezzato. Gettò via la corona sperando di riuscire a dimenticare e lasciarsi tutto alle spalle. Ma nel regno oscuro di questa favola, la famiglia è tutto. E Karsen non ha altra scelta se non tornare indietro. Ora, però, non è più un’ingenua principessa…
Jay Crownover

Vive in Colorado. Ama i tatuaggi e l’arte di modificare il corpo, e cerca di fare in modo che la sua scrittura sia permeata da tutto ciò che vede. Le piace leggere, soprattutto storie che la coinvolgano e appassionino; naturalmente, se c’è un bad boy bello e tatuato è sempre meglio. La Newton Compton ha pubblicato la Tattoo Series (Oltre le regole, Oltre noi l’infinito, Oltre l’amore, Oltre i segreti, Oltre il destino e Oltre le leggi dell’attrazione), la Welcome Series (Bad Love, Big Love, Love Forever). Honor è il primo libro della serie The Breaking Point. Per saperne di più: www.jaycrownover.com



Ebbene sì, sono di nuovo qui! :)
Ho letto l'ultimo capitolo della Breaking Point series, si tratta di Respect di Jay Crownover, edito dalla Newton Compton editori. 
La storia di Karsen e Booker.

Karsen ha ventidue anni, ha finito il college e  non ha ancora deciso cosa vuole fare nella vita.
Aveva 18 anni quando è fuggita di casa e dopo 4 anni deve scendere a patti col suo cuore che le urla di tornare e imporsi o seguire la mente e stare lontana il più possibile? 
Era una ragazzina dolce e pronta ad aiutare tutti, innamorata di un uomo molto più grande di lei e impossibile da raggiungere. Oggi è una donna indurita dal dolore, senza sogni e con un velo di tristezza che le ricopre gli occhi. 

Tutta la sua vita si basava su ossa spezzate e sangue… con l’aggiunta di cuore infranto al suo repertorio, Booker era la tripletta perfetta della sventura. Ma il dolore che vedevo riflesso nei suoi occhi era qualcosa di nuovo. Lo riconobbi perché lo vedevo nel mio sguardo ogni volta che mi specchiavo.

Una delusione enorme l'ha cambiata e l'ha resa insicura verso il prossimo. Il suo aspetto etereo l'ha sempre resa desiderabile e spronato gli altri a proteggerla nonostante il suo carattere forte e un'indole da combattente.

Erano l’unica parte di lei che si accordava con The Point: selvaggio, espressivo, esigente e desideroso, il suo sguardo la tradiva sempre.

Booker è la figura oscura di The Point, il buttafuori, il mercenario pronto a vendersi al miglior offerente, la guardia del corpo pronto a tutto pur di proteggere il suo datore di lavoro. Un uomo forte, che incute terrore e mette in soggezione chiunque anche per via del suo aspetto massiccio da lottatore, il carattere chiuso e scontroso e una cicatrice che gli deturpa il viso.
Nessuno va oltre l'aspetto di Booker e tutti lo tengono a distanza ma non la piccola Karsen che lo venerava come se fosse un dono capitato nella sua vita. Uno sbaglio le fa cambiare idea e l'uomo buono si trasforma in un mostro che neppure lei può accettare.

Non mi importava se rincorrerla avrebbe portato alla mia condanna a morte. Non mi importava che lei fosse ancora troppo per me, troppo innocente e dolce. Non mi preoccupava farmi odiare da lei. Ero abituato alle persone che provavano quel sentimento nei miei confronti. Era stata l’unica ad avermi mai amato, ecco perché guardarla partire mi aveva quasi ucciso.

Due protagonisti agli antipodi che si trovano a incrociare le proprie strade per una serie di situazioni indipendenti da loro. Nonostante le differenze evidenti i due si trovano a instaurate un rapporto forte che li lega e li avvicina oltre ogni logica. 
Una separazione cruda che li fa perdere di vista fino a quando Booker non si presenta da Karsen, deciso a sconvolgerle la vita anche a costo di perdere la sua.
Un percorso che li vedrà vivere gomito a gomito affrontando pericoli e aprendosi completamente l'uno all'altra.
Uno scambio che li renderà uniti contro tutti o li farà separare per sempre. In gioco c'è molto ma il nulla che ha ora lo rende determinato a fare un ultimo disperato tentativo, un salto nel vuoto senza paracadute.

Considerazioni

Premessa: la serie The Breaking Point viene definita da 3 libri che parlano di volta in volta di una coppia dove le donne hanno una determinazione che le rende fantastiche e gli uomini sono dei pessimi elementi che la logica consiglierebbe di evitare. Questi protagonisti sono nominati e appaiono già nella serie precedente soprattutto Karsen e Booker potete trovarli nel secondo volume della Welcome series. Quindi vi consiglio di leggere entrambe le serie per avere una visione completa di questa storia o farete fatica a coglierne i dettagli, inoltre l'autrice ha aggiunto un capito extra che richiama la storia di un altro libro.

Inizio col dire che sono in seria difficoltà per questa recensione, cosa che con Jay Crownover mi succede spesso.
Parto dalle cose che mi sono piaciute: La protagonista è una donna che sa ciò che vuole, ha un carattere forte e la sua determinazione è tangibile. Le scelte che fa, e che l'hanno portata dove è, sono comprensibili, motivate e quando cambia opinione lo fa con una logica che spiega anche al lettore le sue intenzioni.
Booker è molto di più di ciò che appare, non è solo un muro di muscoli senza sentimenti ma, al contrario, custodisce dei segreti che avrebbero annientato chiunque e in un certo senso l'hanno fatto anche con lui perché è convinto di non meritare nulla.

«Non posso tornare lì, Karsen. Non posso». Il cemento freddo. Lo spazio ristretto e la lotta costante per la sopravvivenza. Se fossi tornato in prigione, sapevo che stavolta non ne sarei uscito vivo.

Personaggi ricchi di sfaccettature, molto complessi che affrontano un percorso introspettivo che li porta a maturare e a comprendere se stessi oltre che l'altro.
Posso dire che sono quelli che ho apprezzato di più in tutti e 6 i libri.
La traduzione è buona e aiuta a rendere la lettura veloce anche per la presenza di dialoghi lunghi e descrizioni dettagliate a livello di emozioni. I pov alternati riescono a dar voce a entrambi e a farli svelare del tutto.
La presenza dei personaggi dei romanzi precedenti dà la sensazione di ritrovare dei vecchi amici. In alcuni casi è un piacere ma in altri mi sono trovata a rivedere completamente l'idea che mi ero fatta.
Jay Crownover mette nei suoi libri delle lunghe scene di sesso ma sono piacevoli da leggere e questi maschi alfa sono irresistibili soprattutto se al loro fianco hanno donne che sanno ciò che desiderano.

Mi ha lasciato al quanto perplessa il fatto che nei precedenti libri venisse continuamente puntato il dito sulla differenza di età tra i due, che sembra insormontabile.
Forse ho immaginato io che Booker fosse molto più grande ma quando viene svelata la sua età mi è venuto da storcere il naso. Ok, hanno sì due età differenti ma da qui a scatenare tutto ciò che leggerete ce ne passa di acqua sotto i ponti.

Una lettura che mi ha coinvolta e regalato delle emozioni, dei protagonisti che ho adorato e un epilogo che infonde speranza. 

Lo consiglio a tutti coloro che vogliono  sensazioni forti dalla lettura, che credono alle favole e non disdegnano l'idea che i personaggi debbano toccare il fondo prima di vivere il loro momento magico.

Il Diavolo in persona era disposto a farsi avanti per me: tutto quello che dovevo fare era chiedere. Ero così abituato a credere di essere solo al mondo, che avevo completamente trascurato tutte le persone che erano al mio fianco.
Buona lettura!
Monica S.



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey

RECENSIONE - "Deacon" di Veronica Scalmazzi