RECENSIONE "Matrimonio d'interesse" di Marilena Boccola

Titolo: Matrimonio d'interesse
Autore: Marilena Boccola
Collana: DriEditore Historical Romance (vol.17)
Editore: Dri Editore
Genere: Regency
Formati disponibili: ebook 3.99/ cartaceo 12.99
Pagine: 208
Lancio: ufficiale 23 settembre (pre-order 20 settembre (a 0.99!!)

ORDER

«Posso sapere cosa ci fate qui?» si decise a chiedergli, esasperata.
«Davvero non lo indovinate?» Mio dio! Quando le rivolgeva quell’espressione da canaglia, non sapeva dire se avrebbe voluto cancellare il suo sorriso sornione a forza di sberle o a furia di baci.

Lady Charlotte Ashcroft non ha mai avuto alcuna intenzione di sposarsi.
Tuttavia la strada della giovane s’incrocia con quella di Thomas Francis Stuart, Duca d’Arcy, irriverente libertino sull’orlo della bancarotta a causa del gioco e delle donne, vizi ai quali è notoriamente dedito. 
Quale migliore occasione per quest'ultimo, per risanare le proprie finanze e garantire un erede alla casata, se non quella di sposare l'esuberante e attraente Baronessina ?
L’antipatia di Charlotte verso Thomas è intensa e istintiva, quasi quanto l’attrazione che suo malgrado prova nei confronti del Duca.
Un corteggiamento serrato, sfrontato, appassionato… ma Charlotte non è certo il tipo da lasciarsi intrappolare anche se, si sa, l’amore può nascondersi ovunque. A volte anche sotto le apparenze di un mero matrimonio d’interesse…

Dopo averci deliziato con le splendide atmosfere, fortemente Austeniane, del suo primo regency Matrimonio d’Onore, un successo incredibile di critica e di pubblico, in questo spin-off Marilena cambia leggermente registro. Lo fa con maestria e ci regala un nuovo storico sempre ricalcante l’ambientazione e il mood del precedente, questa volta con una vena piccante e ironica in più. Nemmeno troppo velata. Stiamo a vedere se vi piacerà anche questo!

Buongiorno Lettrici, 
Oggi vorrei parlarvi del nuovo romanzo di Marilena Boccola “Matrimonio d’interesse”, ideale per le amanti di Jane Austen. Un libro dove l'ironia incontra l'attrazione, dove l'etichetta si scontra con l’anticonformismo, dove l'amore si interpone alla paura.

La nostra protagonista è Lady Charlotte Ashcroft, una ragazza dall'animo puro con degli ideali non proprio consoni al bon ton, infatti nel suo futuro non vede un matrimonio ma una vita rilassante in campagna immersa nei suoi libri. Non si sarebbe mai aspettata che un episodio le avrebbe cambiato per sempre la vita. Uno scontro avvenuto tra lei e Thomas Francis Stuart, Duca d'Arcy, un ragazzo dal carattere irriverente e libertino. Il Duca ha un problema che deve risolvere urgentemente: trovare dei soldi, in quanto è sull'orlo della bancarotta a causa del gioco e delle donne.

“Lady Charlotte Ashcroft non era di certo una stupida; senz’altro aveva fatto due più due arrivando alla conclusione che l’interesse del Duca fosse rivolto essenzialmente al suo patrimonio. Del resto come nasconderlo?”

Perché allora lasciarsi  sfuggire l'occasione di sposarsi con Lady Charlotte così da risanare i suoi debiti e inoltre permettere al suo casato di avere un erede? Ma non sarà per niente così semplice, dovrà prima convincere quell’adorabile e impertinente fanciulla.  

“D’accordo, le sue sostanze ne sarebbero uscite rimpinguate e a quel punto il Ducato dei d’Arcy avrebbe avuto una discendenza, ma quel matrimonio d’interesse al quale aveva puntato fin dall’inizio, senza tuttavia disdegnare due begli occhi, un corpo aggraziato e una lingua affilata, pareva destinato a creargli più grattacapi di quanti ne avesse messo in conto. Soprattutto perché, da qualche tempo, quell’organo perfettamente silenzioso collocato appena di lato nel petto, al quale, proprio perché non richiedeva alcuna volontà per farlo funzionare, non aveva mai dato molta importanza, all’improvviso si faceva sentire con fin troppa insistenza.”

Questo da il via a un corteggiamento serrato nel quale il Duca tenterà in tutti i modi di avvicinarsi a Charlotte e convincerla a sposarlo, presentandosi a tutti gli eventi mondani ai quali la donna è partecipe, ma quest'ultima non riesce a fidarsi di lui e del suo passato, e nonostante l'irritazione di questa oppressione, l'attrazione è palpabile. 

Riuscirà Thomas a fare breccia nel cuore di Charlotte? Cederanno all’attrazione? Thomas troverà il modo per risanare le sue finanze e dare un erede al suo casato?

Non mi resta che lasciare a voi il piacere di leggere questo libro e augurarvi Buona Lettura!

CONSIDERAZIONI
Avevo letto la trama e mi aveva intrigato per il mix di regency, romanticismo e ironia. È il primo libro che leggo di Marilena Boccola e con “Matrimonio d’interesse” ha colpito nel segno. Davvero un'ottima capacità di scrittura, ce ne sono a bizzeffe di libri in stile Jane Austen, ma devo ammettere che questo mi è piaciuto davvero molto. I miei complimenti all'autrice! 
Mi sono innamorata di Charlotte sin dalle prime righe e con la stessa velocità ho anche detestato Thomas. Devo ammettere che poi me ne sono innamorata. All'inizio è stato un po’ lento ma piano piano che andavo avanti con i capitoli non riuscivo più a staccarmi.
Dal punto di vista tecnico il libro è scritto in terza persona, con la voce narrante che ci spiega il punto di vista di entrambi i personaggi principali. Ho trovato qualche errore di ortografia e qualche refuso ma niente di significativo. 
Un romanzo decisamente consigliato! 




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni