RECENSIONE "Sempre Lei" di Valentina Ferraro

Titolo: Sempre lei
Autrice: Valentina Ferraro
Genere: Contemporary Romance
Formato: ebook /cartaceo
Prezzo: 2,99 € / 12,21 €
Data pubblicazione: 18 settembre 2019
Pagine: 428 pagine

ORDER




Eva Carter ha una missione: sopravvivere al suo primo anno di college a New York City, mantenere la media alta, impegnarsi anima e corpo nel nuoto per non perdere la sua borsa di studio e rendere, così, orgogliosi i suoi genitori.
Theo Steinfield ha un piano preciso: passare a pieni voti l’esame di ammissione per la scuola di Legge, tenersi alla larga dai guai e rimanere monogamo per più di due settimane consecutive.
Lei odia le feste. Lui le organizza.
Lei è ligia alle regole. Lui le infrange. Tutte.
Lei è la ragazza giusta per mettere la testa a posto. Lui è il ragazzo giusto per spezzarle il cuore.
E se un segreto ingombrante, un sogno da realizzare a qualunque costo e la buona volontà di mantenere le distanze da quella ragazzina intoccabile non fossero sufficienti? Cosa farà Theo quando si troverà di fronte alla scelta più importante della sua vita: rimarrà con lei o partirà per sempre?
"SE NON POSSO AVERE TUTTO, ALLORA NON VOGLIO NIENTE.
NEMMENO LUI."
Buongiorno cari lettori, oggi mi piacerebbe parlarvi dell'ultima nuova uscita di Valentina Ferraro, con il libro intitolato "Sempre lei".
Per chi, come me, non si perde nemmeno un libro di questa autrice, sarà contento di poter trovare come protagonisti due personaggi figli di figure già incontrate in precedenza: Eva, la figlia di Ben e Cat e Theo, il figlio di Julian, ex di Cat. Per chi, invece, è alla prima lettura di Valentina Ferraro, nessun problema, perché questa nuova storia d'amore si legge in modo scorrevole senza che sia necessario il recupero dei precedenti libri.
Eva e Theo sono due giovani studenti, lei diciottenne e lui ventitreenne, che si ritrovano vicini di stanza al college. Eva è al primo anno di questa nuova esperienza, è intelligente, solitaria e molto introversa; Theo, invece, è un po' il solito protagonista bad boy tatuato, un po' presuntuoso e senza peli sulla lingua.
Chi però ha letto la storia di Julian e ha potuto conoscere il suo personaggio, nota fin da subito come la figura di Theo sia alquanto differente rispetto all'autoritario e serio padre e questo mi ha ulteriormente incuriosita. Theo, dopo un brutto episodio vissuto proprio lì al college, che l'ha coinvolto in prima persona, ha deciso di cercare di mantenere quanto più possibile la testa sulle spalle, con l'obiettivo di essere ammesso quanto prima alla scuola di Legge. Ha anche una ragazza fissa da qualche settimana, Helena, più per mantenere le apparenze di questo suo cambiamento, che per amore. Ciò che però diventa inaspettato per lui sarà il ruolo della giovane Eva, vista all'apparenza come una piccola sorella da proteggere, ma che in realtà gli si insinuerà sempre più sottopelle.
È innegabile e palese la cotta che Eva prende fin da subito per questo ragazzo così bello, così intrigante e protettivo. Una cotta inizialmente non corrisposta e fatta solo di illusioni, ma nel profondo Theo prenderà sempre più consapevolezza che i sentimenti che gradualmente prova non sono verso una sorella minore da difendere contro il mondo, ma sono qualcosa di più. Un qualcosa di più che lo fa stare bene, ma a cui non vuole lasciarsi andare e da cui vuole stare alla larga.
Questa sempre più forte attrazione tra Eva e Theo, fatta anche di sentimenti che scalciano per essere manifestati, infatti, sarà limitata dal pensiero verso il futuro, dove le strade dei due ragazzi è destinata a dividersi. Anche un delicato segreto mantenuto da Theo sarà un importante ostacolo del loro rapporto.
Che dite, cari lettori, Cat e Julian, rispettivamente la madre di Eva e il padre di Julian, non erano destinati a stare insieme (da fedelissima Team Ben Carter dico: e meno male!!); per questi due giovani ragazzi, invece, sarà finalmente destino?

Come da premessa ogni volta che recensisco Valentina, mi viene sempre da dirvi che mi sento ripetitiva nelle mie considerazioni, ma a me piace molto la sua scrittura, che ogni volta è una conferma: scorrevole e coinvolgente, con dialoghi naturali e con la narrazione in prima persona dal punto di vista alternato, che aiuta ulteriormente il lettore a entrare in sintonia con i personaggi e le loro emozioni. Proprio Eva e Theo, così l'uno opposto dell'altra, sono ben definiti e interessanti.
È stato davvero un piacere, per me, aver potuto approfondire la lettura di due personaggi di cui ero molto incuriosita di conoscerne qualcosa in più.
Piccolo spoiler: non mancherà l'incontro obbligato dei genitori dei ragazzi, in circostanze poco gradevoli, dopo vent'anni. Sono previste super scintille, sappiatelo!
Cari lettori, come per ogni libro di Valentina Ferraro consiglio senza dubbio questa storia a chi, come me, non si perde mai nessuna sua nuova uscita, o anche a chi semplicemente ha letto la serie Matching Scars e vuole curiosare sui figli dei protagonisti di quella serie. Per chi, invece, non conoscesse l'autrice, ne consiglio la lettura a tutti coloro che sono alla ricerca di una storia giovanile e avvincente, capace di tenervi con gli occhi e la testa incollati dalla prima all'ultimissima pagina. Buona lettura a tutti!


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni