PRESENTAZIONE IN ANTEPRIMA - "Slave#2" di Emily Storm

Titolo: Slave #2
Serie: Corde&Rossetto
Autrice: Emily Storm
Genere: Thriller, Erotico, Erotic-Suspense
Casa Editrice: Self
Pagine: 125
Prezzo ebook: € 1,99 / UK
Cartaceo € 6,76
emily.storm@libero.it
Pagina Autrice
Profilo Facebook
Twitter
ORDER




Melbrooke City è tornata ad essere una cittadina tranquilla dopo la scomparsa nel nulla del serial killer, ma ha lasciato un segno indelebile nell'anima di Ana. Il serial killer delle corde e rossetto, così soprannominato dalla stampa, ha piantato un seme malato nel grembo di Ana Alves. E' nato un fiore: Melissa Alves, una creatura innocente ignara di avere un padre psicopatico. Ana è stata allontanata dal dipartimento di polizia perché psicologicamente provata. Di quell'esperienza solamente una cosa le è rimasta stampata sulla pelle, iniettata nel sangue: il bondage. Ana Alves dovrà affrontare tre colloqui nell'arco di un mese con la psicologa del dipartimento di polizia per tornare ad essere l'agente Alves. Nel frattempo rincorrerà quella passione che l'ha marchiata. Frequenterà corsi e locali notturni per apprendere le tecniche del bondage. La ragazza non ne potrà fare a meno. Niente la eccita di più nel farsi legare, nel privarsi della propria libertà, mettersi nelle mani del proprio maestro. Il bondage l'ha resa SCHIAVA. Schiava del fascino di quelle emozioni proibite, di quei piaceri nascosti. Alex Bathory piomberà nella sua vita come un fulmine a ciel sereno, ma Ana, nonostante lo ami alla follia, non riesce ad avere un legame serio con lui. Non vuole trascinarlo nell'inferno che circonda la sua vita. Un altro uomo metterà in dubbio i sentimenti di Ana: Mark Donald, il maestro di bondage. Lui sa capirla, hanno la stessa passione, eppure il suo cuore grida un altro nome. C'è solo una una persona che le impedisce di vivere la sua vita nella piena tranquillità: il serial killer. Ha paura che possa tornare per renderle la vita un vero inferno.
E tornerà!
Ana riceverà lettere piccanti, minatorie. Il serial killer delle corde e rossetto vuole qualcosa che lei protegge con tutta se stessa: MELISSA.

***************************************************

IL ROMANZO TRATTA ARGOMENTI DI SESSO E DI VIOLENZA.
NON INDICATO PER PERSONE CON PREGIUDIZI, SCETTICISMO E UN PUBBLICO DI LETTORI NON MAGGIORENNE.
SERIE: CORDE&ROSSETTO
#1 Hold me
#2 Slave
"SLAVE" è il secondo volume della serie: Corde&Rossetto.
Un romanzo che vi terrà con il fiato sospeso, ma allo stesso tempo vi guiderà in scenari erotici del bondage.
SCENARI CHE VARIANO DAL THRILLER, ALLA SUSPENSE, AL CALDO EROTISMO FINO A SCENE VIOLENTE.



Alex la guardò perplesso. Di colpo era cambiata. Qualcosa era scattato in lei, anche l'altra volta era successa la medesima cosa. Non perse altro tempo a pensare. La sua lingua umida scivolò sulle caviglie di lei, mentre con le mani, avide di desiderio, toccava quelle gambe lisce, perfette, con ardore. Ad Ana piacque quella novità. Scorse un movimento da dietro la finestra. L'ombra dell'uomo si stava sbottonando la cintura. La cosa la colmò di desiderio.

*********************************************************************************

«Non ci pensare più. Io ti poteggerò, Ana. Te lo prometto.»
«Io non voglio nessuno che mi protegga! Voglio badare a me stessa. Non voglio promesse. Sai bene, Alex, che non puoi mantenere una promessa del genere.»
Bathory era scosso da quelle parole colme di rabbia. Ana non voleva portare nessuno nel suo limbo. Quell'inferno non voleva condividerlo con nessuno. Lo avrebbe affrontato a muso duro, corazzata d'orgoglio e rancore. Era sicura di farcela da sola. Alex non voleva contraddirla. C'era tempo per farle cambiare idea; c'era tempo per pensare a una vita insieme; c'era tempo, ma non ora.

********************************************************************************************

Gli occhi colmi di lacrime di Ana, gli stavano trafiggendo il cuore. «Ana, tu eri incinta, combattevi contro i demoni chiusi nella Suite Passion. Non c'era posto per me... ammettilo!»
«E non c'è nemmeno adesso!»
«Cosa? Perché, Ana?»
«Mi vedo con un altro e ora riportami in centrale.»
Il silenzio regnava all'interno dell'automobile. Le parole di Ana lo aveva ferito al cuore. La gelosia lo stava stritolando.
Chi era quell'uomo misterioso?
Possibile che Ana stesse mentendo?



Buona lettura!


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni