RECENSIONE - "Un bellissimo disastro" di T.K. Leigh

Titolo: Un bellissimo disastro #1
Autore:  T.K.Leigh
Formato: Ebook / Cartaceo
Prezzo: 4.99 / 5.02
Genere: Contemporary Romance
Editore: Newton Compton Editori
Data pubblicazione: 08 Luglio 2016
Pagine: 273
Protagonisti: Olivia Adler e Alexander Burnham
Serie: A Beautiful Mess 



A Beautiful Mess Series
Dall'autrice bestseller di USA Today
Olivia Adler è una donna con un passato tormentato. I suoi genitori sono morti quando aveva appena sei anni ed è stata cresciuta da uno zio, che però è scomparso poco tempo dopo. Da allora non vuole più legarsi a nessuno, neppure agli amici. Non è mai riuscita a stringere legami, troppo spaventata all’idea di poter soffrire di nuovo per la perdita di qualcuno che ama. Ma una sera nella sua vita piomba Alexander Burnham e tutto cambia. Anche lui ha dei problemi. E un segreto che potrebbe sconvolgere il mondo di Olivia. Ma forse, solo per questa volta, vale la pena di rischiare… Una storia di segreti, coraggio e amore: Un bellissimo disastro è il primo volume di una serie che vi catturerà il cuore.
«Non ho parole per descrivere quanto mi è piaciuto leggere questo libro. Un romanzo rosa che possiede quel giusto tocco di erotico e mistero come non leggevo da tempo. I personaggi sono curati e descritti perfettamente e la storia è davvero bella, merita di essere letta.»



T.K. Leigh
altrimenti nota come Tracy Leigh Kellam, è autrice bestseller di USA Today della serie A Beautiful Mess. Originaria del New England, ora vive nell’assolato sud della California.


Buongiorno Lettrici, 
Oggi voglio parlarvi del primo capitolo di una trilogia che avevo da parecchio tempo nel Kindle, in attesa dell'uscita del terzo e ultimo volume, che è uscito poco tempo fa.
All'inizio fui attratta dalla cover assolutamente particolare e affascinante per noi donne, forse la ricorderete anche voi, in primo piano una scarpa tacco 12 color oro, particolarmente calamitante... Solo ora che ho iniziato la trilogia mi sono resa conto del cambio di cover, bella anche questa, ma di non grande impatto come la prima, non so perché sia stata cambiata, ma lo ritengo un vero peccato...
Ma torniamo alla nostra storia, Olivia Adler è una ragazza molto spigliata, energica, lavora in un centro estetico e ha la passione per la musica, fa parte di una band e si ritrova a cantare in giro per locali il fine settimana. Olivia è stata segnata da un passato decisamente sofferente, all'età di 6 anni perse i propri genitori in un incidente stradale, mentre erano in macchina con lei, rendendola l'unica superstite del terribile impatto. Viene cresciuta da uno zio, che perde poco tempo dopo, ma dopo questo evento il suo passato è come se fosse rinchiuso in un enorme buco nero. Ricorda ben poco di tutto ciò che era la sua vita da bambina. Tutto ciò che ricorda è grazie a dei flash back improvvisi e ai suoi incubi, compagni fedeli di cui non riesce, ancora oggi, a liberarsi. Ogni sogno aggiunge un tassello, ma la sottile linea tra realtà e la fantasia è difficile da definire, e questo le crea tanta confusione. L'esser rimasta sola in età così tenera l'ha naturalmente segnata, il dolore è ancora radicato in lei, portandola a non riuscire ad affezionarsi a nessuno, sia nelle amicizie che nella vita affettiva.

"«Sono perfettamente consapevole che si tratta di una forma di relazione piuttosto malsana, se così si può definire. Non mi piace avvicinarmi troppo a qualcuno perché, quando lo fai, poi rimani delusa in un modo o nell'altro. Oppure loro ti lasceranno e sarai troppo impegnata a rimettere a posto i pezzi del tuo cuore infranto. Ho scelto di non legarmi per evitare l'ineluttabile mal d'amore che accompagna ogni relazioni»"


Tutto ciò fino a quando, a causa di uno spiacevole evento in cui è coinvolta, si imbatte in Alexander Burnham, il suo salvatore. Il legame che li avvolge al loro primo incontro è qualcosa che sconvolge entrambi e di cui non riescono a capacitarsene né a farne a meno.



Alexander Burnham è definito lo scapolo d'oro del momento, fondatore di un'agenzia di servizi segreti, nonché proprietario dell'edificio in cui lavora Olivia. Anch'egli è restio a creare dei legami affettivi, è un Latin lover che non cerca relazioni stabili né futuro. Come Olivia, il suo passato ha lasciato delle cicatrici profonde in lui, la perdita di una persona a lui cara, l'ha segnato. Ha passato la vita a cercare quella persona e nonostante tutti gli indizi lo portino alla sua evidente morte, lui non è mai riuscito a ricrearsi un futuro. Ogni persona non è Lei... Ogni  emozione non è la stessa che provava con Lei... Ma quando incrocia gli occhi di Olivia qualcosa di inspiegabile in lui si spezza.

"Deve essere uno scherzo, pensò. Aveva appena visto quegli occhi nel sogno e adesso se li trovava davanti. Ricordava solo una ragazza con due occhi marrone ed espressivi come quelli, ma se n'era andata da tanto tempo..."


Segreti, coraggio, intrecci, pericoli e sensazioni altalenanti, saranno un continuo alternarsi in questa storia, che mi ha catturata e attaccata alle pagine di questo libro. Qualcuno del passato di Olivia riaffiorerà cercando qualcosa che ha a che fare con i genitori della ragazza e che lei ha totalmente rimorso. La sua vita sarà in costante pericolo senza che lei se ne renda conto, troppo presa dalle emozioni sconvolgenti che scaturiscono dalla relazione con Alexander. Ma anche egli nasconde un segreto, non è stato totalmente sincero con la ragazza e quando questo verrà allo scoperto rischierà di capovolgere tutte le carte in tavola, rompendo gli equilibri che si erano creati e mettendo in serio pericolo il loro futuro. Ma una voce in Olivia, ultimamente si fa sempre più presente, mettendola in guardia. Chi è l'uomo che le ha rubato il cuore? Cosa nasconde il suo Alexander? Perché ha sempre l'impressione che lui gli fosse familiare e perché i suoi incubi sono ultimamente peggiorati, modificandosi, e portando anche lui all'interno di questi sogni? Solo una cosa resta certa nella vita di Olivia ed è l'unica cosa che le riesce meglio quando la sua vita rischia di sopraffarla...


La scrittura è semplice e veloce, con qualche refuso o termine mal tradotto, con qualche cliché poco originale, già visto e letto in libri noti... ma per il resto i personaggi sono ben caratterizzati, e la trama è abbastanza originale. La parte iniziale mi sembrava parecchio confusa e che non tornasse con ciò che sapevo... Poi ho capito che tutto ciò che non tornava è dovuto al buco nero, al vuoto, che sta nella mente e tra i ricordi della protagonista e che mi depistavano, portandomi però a voler capire e scoprire sempre di più questa vicenda.
Spero di avervi incuriositi abbastanza! Ora mi butterò a capofitto sul prossimo volume, in modo da poter trarre le somme finali su questa trilogia che promette abbastanza bene.

Buona Lettura!


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni