RECENSIONE - "Strange love - Per una sola notte" di Paola Garbarino

Titolo: Strange Love - Per una sola notte
Autore: Paola Garbarino
Editore: Self publishing
Data di pubblicazione: 27 luglio 2017
Formato: E-book / Cartaceo
Prezzo:  € 2,99  / € 12,99
Pagine: 240
Genere: Romance
Protagonisti: Tommy e Azzurra
ORDER



Può, una sola notte, cambiare la nostra esistenza, anche quando andiamo avanti senza sapere ciò che lasciamo indietro?
Tommy conosce Azzurra, a 17 anni, durante l'Heineken Jammin’ Festival, nel giorno della terribile tromba d'aria che provoca feriti e fa annullare il resto del concerto, compresa la performance dei Pearl Jam, per la quale entrambi erano lì coi rispettivi amici. I due ragazzi trascorrono un'appassionata notte in un albergo ma, al mattino, lei se ne va senza svegliarlo.
Dieci anni dopo, appena arrivato all'Acquario di Genova per lavorarvi come biologo, Tommy incontra Azzurra, con un bambino che gli somiglia in modo impressionante.

“Ero agganciato ai suoi occhi, non volevo nemmeno socchiuderli, non volevo perdermi un solo secondo di lei, desideravo imprimere la sua immagine, la sua stupenda immagine, nella mia retina; e mappare totalmente il suo corpo, riscoprirlo, riesplorarlo di nuovo come avevo fatto dieci anni prima.”

Un romanzo intenso e divertente, commovente e romantico.
La storia, autoconclusiva, è narrata in prima persona da Tommy, a parte l’ultimo capitolo in cui appare il punto di vista di Azzurra.

Della stessa autrice del romance “Non ricordo ma ti amo”, bestseller di Amazon. Della serie new adult “Stars Saga” (“Come la coda delle comete, “Black Hole”, “Supernova”, “Pulsar”, “Starburst” e “Stella polare”); e del fantasy romance “Il popolo dei Sogni”.



Paola Garbarino è nata a Genova il 30 novembre 1974. Ha studiato Letteratura e Arte e insegnato a lungo nella Scuola pubblica. Ha viaggiato molto e vissuto in Finlandia, Corea del sud e Inghilterra. Attualmente vive in un esotico luogo del mondo assieme al marito e alle due figlie e sta scrivendo una nuova storia.

Contatti


Buon giorno Lettori e Lettrici, oggi ho il piacere di parlarvi di Strange love – per una sola notte di Paola Garbarino, un romanzo che ci apre gli occhi sull’amore, anche quando pensi che quello che hai provato sia solo un lontano sogno e hai deciso di chiudere le porte alle speranze, l’amore, quello vero, quello con la “A” maiuscola trova sempre il modo di entrare nel tuo cuore e liberarlo dalle catene nel quale lo avevi compresso.

Questo romanzo inizia nel 2007,  all’Heinken Jammin’ Festival di Mestre, un parco pieno di ragazzi pronti a divertirsi ascoltando a musica dei loro artisti preferiti.
Tommy, giovane ragazzo di Roma, posa subito i suoi occhi su una giovane ragazza che si trova poco lontano da lui e dai suoi amici, una ragazza esile, carina, con i capelli neri e qualche ciocca svolazzante blu, e come i suoi occhi si posano su di lei… be' è semplicemente fregato, ops stregato da lei!
Sebbene ci sia dell’imbarazzo inizia a notare che lei lo guarda di nascosto e spesso lo coglie mentre la sta fissando.
Poi la pioggia, il vento… il palco che crolla, una mano di Tommy si muove incontrollata afferra la ragazza per il braccio e la conduce dentro una delle tende sue e degli amici, il vento è fortissimo, un tornado, la gente urla, fuori è il caos, ma in quella piccola tenda per loro non ci sono altro che i loro occhi:

“Tienimi stretta." Lo dice al mio orecchio.
“Tranquilla, non ti lascio!” dico nel suo e lo faccio, la tengo forte,….

….“Chi sei tu?” sussurra ancora al mio orecchio.
“Tommy. E tu?”
“Piacere Azzurra. Ti stringerei la mano ma ho paura che tu possa volar via se ti lascio.”

Complice il mal tempo, si ritrovano a passare la notte insieme, una sola notte, fatta di passione, sguardi, carezze e poche parole.
Azzurra ha 18 anni, vive a Genova mentre Tommy ne ha 17 e vive a Roma.. nulla di più, solo una passione travolgente li imprigiona per tutta la notte.
L’indomani al risveglio, Tommy si trova solo, spaesato e senza nemmeno un biglietto da parte di Azzurra…possibile che solo lui abbia provato quei sentimenti? Che quello che lei le ha trasmesso fosse solo per una notte e via?
Saltiamo di colpo al 2017, la vita è proseguita, Tommy ha trovato lavoro all'acquario di Genova, non ha mai dimenticato Azzurra e infatti ha subito pensato a lei dovendosi trasferire, ha una ragazza e la sua vita è ancora un misto incertezze e di cambiamenti repentini.
E in una giornata lavorativa, incontra di nuovo Azzurra, sono passati 10 anni:

“Azzurra!” udii e seppi di essere stato io ad aver chiamato il suo nome, forte abbastanza perché lei mi sentisse.
L’istante in cui i suoi occhi agganciarono i miei fu come al rallentatore.
D’improvviso non c’era più rumore, non c’era più confusione. C’erano soltanto quegli occhi castani, dorati intorno alle pupille, dentro ai miei.
Com’erano stati quella notte. Occhi negli occhi. L’uno dentro l’altra, per ore. Agganciati sia con lo sguardo che con i corpi.
Ero di nuovo lì, avevo ancora diciassette anni, tutta la vita davanti, molti sogni, una famiglia che si amava, il delirio di onnipotenza adolescenziale.
Ero di nuovo lì, sentivo l’odore dell’erba bagnata, il rumore della tromba d’aria, il freddo dei vestiti umidi… e poi il profumo di Azzurra, il suono dei nostri respiri accelerati, il calore della nostra pelle che scottava.

Dopo 10 anni si rincontrano e il loro incontro è uno scontro con una realtà taciuta per troppo tempo. Un segreto che Azzurra non ha mai rivelato a Tommy e una coscienza disillusa del futuro.
Saranno proprio loro stessi i demoni contro i quali dovranno lottare e imparare a convivere, in nome di un futuro che non aveva a che fare solo con loro, ma con qualcosa di più importante, eterno e speciale.

“ Il cuore mi scalciò di nuovo nelle costole. Quanto poteva essere forte l’eco di un’emozione di dieci anni prima, pur sapendo che ora mai passata, perduta?”

È il secondo romanzo di Paola Garbarino che ho il piacere di presentarvi, e dopo questo inizio seriamente a pensare che volete andare sul sicuro, se volete un romanzo pieno di amore, ma anche di avventure e un cammino lungo per ottenerlo, dovete assolutamente scegliere lei.
Il romanzo è scritto in maniere semplice, pieno di citazioni dei Pearl Jam che ne introducono i vari capitoli, altri assolutamente nerd, come tipico del suo stile.
Descrizioni ben ponderate e che permettono di visualizzare, al lettore, la scena che viene descritta sia dal punto di vista fisico, che da quello emotivo.
Anche nel raccontarci i rapporti sessuali tra i protagonisti, la scrittrice non è mai volgare o eccessivamente esplicita.
Questo romanzo è un viaggio, fatto di fraintesi, segreti e paure, tante paure, che spesso ci frenano nel vivere.
Un racconto, attraverso le parole di Tommy che ci porta un punto di vista diverso rispetto agli stereotipi comuni, un uomo giovane e determinato nel lottare per il suo futuro e quello di Azzurra. 
Tommy è un uomo che non ha paura di infrangere le barriere davanti a lui, di parlare chiaro ed esporre le sue carte fin dall’inizio.
Questo amore è un tornado, che al suo arrivo ti porta nell’occhio del ciclone, e poi ti fa risvegliare in un paesaggio desolato e vuoto dove non ci sono più certezze, dove tutto è vuoto e le speranze sono vane.
Azzurra non ha più sogni e vaghe speranze per il futuro, i 10 anni lontana da Tommy, l’hanno messa a dura prova, la sua vita non è proseguita come quelle delle coetanee, ha dovuto lottare, crescere in fretta e prendere le redini davanti a un evento più grande di lei.

È impossibile non innamorarsi del loro amore adolescenziale, e ancor meno non perdere la testa per i protagonisti, anche quelli “secondari”. Ci sono dialoghi commoventi e strazianti.
Solo per una notte, questo credevano, una notte e mai più, non avevano calcolato che spesso il destino aggiusta i nostri errori, e che quella era solo una di una lunga, infinita serie di momenti insieme.

Assolutamente promosso, lo consiglio a chi crede nel colpo di fulmine, a chi crede che non esista per ricredersi, a chi crede che la vita, per quanto possa essere dura e metterci alla prova, se affrontata con la persona giusta possa essere una favola meravigliosa!

“Una sola notte che era valsa per diecimila.
Una sola notte che valeva per una vita intera.
Una sola notte…”

Buona lettura!



Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni