RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Non basta dirmi ti amo" di Daniela Volonté

Titolo: Non basta dirmi ti amo
Autore: Daniela Volontè
Editore: Newton Compton
Genere: Romanzo contemporaneo
Formato: ebook/cartaceo
Prezzo:   €2,99/€13,90
Data pubblicazione: 09 novembre 2017
Protagonisti: Beatrice e Callan
Pagine: 288














Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha organizzato un week end in Toscana con le due persone a cui deve la vita. In pochi giorni tutto cambia e Beatrice dovrà prendere decisioni difficili pur di seguire il suo cuore. Sarà pronta a lasciarsi andare? 


Daniela Volontè è nata a Como, ha una laurea in Economia e Commercio e una in Scienze della Comunicazione, e tra l’una e l’altra ha lavorato come impiegata. Scrive per passione, ma lo fa a tempo pieno, perché vi dedica ogni minuto libero della giornata. Con la Newton Compton ha pubblicato Buonanotte amore mio, diventato subito un bestseller ai primi posti delle classifiche, L’amore è uno sbaglio straordinario, Non chiamarmi di lunedì, La meraviglia di essere simili, Non basta dirmi ti amo e, in ebook, Sei l’aria che respiro e La dolcezza può far male.


Bentrovati lettori del blog Opinioni librose.
Con grande piacere oggi vi parlerò dell' ultimo lavoro di Daniela Volonté, edito da Newton Compton.
Il titolo del romanzo è “Non basta dirmi ti amo” e per una volta approvo in pieno la scelta del titolo adottato dalla CE.
Il romanzo prende il via nello scenario di un affollato aeroporto durante il periodo natalizio, il JFK di New York.
All' improvviso un uomo si sente male in preda a un infarto.
Beatrice, protagonista femminile del romanzo, bloccata in aeroporto a causa di un ritardo del suo volo, si appresta a soccorrerlo mettendo in atto le sue conoscenze di primo soccorso.
In suo aiuto accorre Callan, anch'egli in attesa del suo volo e insieme a Beatrice riusciranno a salvare la vita all'uomo e consegnarlo nelle mani dei paramedici.
Quei pochi istanti d' intesa sembrano creare fra i due sensazioni particolari e difficili da spiegare, ma il tempo a loro disposizione è davvero poco.
Solo sei ore fino alla partenza dei reciproci voli, poi si saluteranno e ognuno ritornerà alla propria vita.
 
“ Che cosa è appena accaduto? Non si danno baci sulla guancia agli sconosciuti....O forse si? Scuoto la testa come per sbarazzarmi di questi pensieri. Tanto non lo rivedrò mai più. E poi non è successo un bel niente.”

“Lei non poteva sapere niente di me e della mia storia. La sua gentilezza era spontanea e gliene sono sinceramente riconoscente. Per questa ragione le ho dato quel bacio sulla guancia....per ringraziarla della sua reazione, e chi mi conosce davvero sa bene che è un gesto che non mi appartiene. In fondo questa ragazza non ricapiterà mai più sulla mia strada. Ed è meglio per lei.”

Beatrice ritornerà in Italia, dal fidanzato Matthias (l' ho trovato indigesto dalla sua prima apparizione) che al suo rientro la attende con una proposta di matrimonio inaspettata e Callan rientrerà in una grigia Londra, tormentato dal suo passato che ha lasciato segni indelebili sul suo fisico e sul suo carattere.
Da questo momento in poi assisteremo al parallelo svolgersi del loro quotidiano per diversi mesi fino a quando non saranno invitati in Toscana dall'uomo che hanno salvato e si incontreranno nuovamente.
Il presente, però, non è perfetto come sembra, soprattutto per Beatrice che vedrà in pochi attimi la sua vita stravolta, mentre il passato tornerà a tormentare la serenità di Callan.
Una proposta improvvisa, “forse” , cambierà il loro destino.
Ma devono essere entrambi disposti a rischiare, perché “NON BASTA DIRSI TI AMO”.
Può bastare un attimo d'intesa per rendere eterno un amore?
Per scoprirlo dovrete immergervi in questa meravigliosa storia.

Considerazioni:

Cosa dire di questo libro? Innanzi tutto che mi è piaciuto molto.
Lo stile di Daniela, come sempre del resto, è molto semplice e questo rende la lettura fluida.
Non è una storia artefatta, non sono presenti molti colpi di scena e forse, proprio questo suo essere reale, la rende particolare e bella allo stesso tempo. Non pensate però che non sia accattivante, al contrario, la storia coinvolge il lettore dalle primissime pagine. Vi assicuro che non riuscirete a staccarvi dal libro fin quando non leggerete la parola fine.
La descrizione dei personaggi, soprattutto dal punto di vista caratteriale, è perfetta. È riuscita a dipingere persone semplici, ma allo stesso tempo capace di suscitare forti emozioni.
Ho amato in particolar modo il protagonista maschile, con i suoi difetti fisici e le sue debolezze, perché lo hanno reso vero ai miei occhi, non uno dei soliti uomini stereotipati, tutti belli e impossibili, che troviamo ultimamente nei romanzi.
Una lode a parte merita l'epilogo, anch'esso molto originale. Contrariamente al solito schema dei romanzi si colloca a sei mesi prima regalandoci, se possibile, emozioni ancora più intense.
Non vi dico nulla di più. Leggetelo e vi assicuro non ve ne pentirete.
Consiglio il libro a tutti indistintamente, anche a chi non è una sostenitrice dei romance.
Complimenti a Daniela Volontè.
Buona Lettura




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni