RECENSIONE- "La mia meravigliosa eccezione" di Francesca Santangelo

Titolo:  LA MIA MERAVIGLIOSA ECCEZIONE
Autrice: Francesca Santangelo
Editore: self
Genere: Contemporary Romance
Prezzo cartaceo: 11,43€
Prezzo ebook:1,99€
Data pubblicazione: 16 dicembre 2016
Pagine: 449
Serie: Love Story Series Vol.1








Allison ha un passato che fatica a lasciarsi alle spalle. Vive costantemente nell’ansia di incontrare le persone che negli anni le hanno fatto del male, sebbene queste siano ormai lontane da lei. Tuttavia, nonostante la paura e la prudenza, decide di iniziare a dare una svolta alla sua vita. Proprio quando sta iniziando a fare dei passi avanti, qualcuno sconvolge le sue fondamenta, tutte le convinzioni che credeva di avere. Braden sa riconoscere un cuore tormentato dai fantasmi del passato, ed è proprio quello che ha visto in Allison il giorno in cui l’ha incontrata per la prima volta.
Anche lui ha qualcuno che lo ha ferito quando avrebbe dovuto proteggerlo da tutto e da tutti, qualcuno che ha preferito la strada accidentata dell’illegalità alla famiglia felice.
Tra loro sarà una corsa contro i sentimenti, contro la paura da sconfiggere e un futuro da vivere; un’eccezione che riempie il cuore di amore, fin quando tutte le loro certezze crollano come castelli di carta.
Adesso il presente è diventato il loro passato.
L’eccezione qualcosa di cui avere paura…


Benvenuti cari Lettori e Lettrici oggi mi trovo qui per parlare di "La mia meravigliosa eccezione"  di Francesca Santangelo.

Allison è una ragazza che vive sotto protezione, ha una guardia del corpo, e non esce mai da sola, anzi potremmo quasi dire che non esce. Ha un passato pesante, qualcosa che l’ha ferita e turbata nel profondo lasciandole una cicatrice profonda e insanabile. Purtroppo questo passato non è solo un fantasma ma il rischio che possa riprenderla e farle nuovamente del male è tutt’altro che remoto.
Ha imparato a difendersi e frequenta il poligono dove oramai è diventata un’esperta nel colpire il bersaglio.

“Certa gente si rilassa con il rumore dell’acqua corrente, o con quello dell’asciugacapelli. Altri, invece, preferiscono il suono di particolari strumenti melodici. Per quanto mi riguardava, invece, se c’era un rumore che mi rilassava era quello dello sparo della mia pistola. Stava a significare che sapevo colpire un obiettivo anche da cento metri di distanza. Significava che avrei saputo come affrontare qualsiasi tipo di pericolo se avevo una pistola a mia disposizione. Poiché quell’arma non avrei potuto portarmela sempre dietro, quello era il motivo per cui frequentavo anche le lezioni di autodifesa.”

È proprio all’uscita dal poligono che incontra, anzi si scontra con un bellissimo ragazzo dagli occhi azzurri, e per la prima volta non ha paura di un estraneo. Stava già facendo passi avanti in quel senso, aveva iniziato a provare a uscire con l’unica amica rimasta, e faceva dei brevi tratti senza guardia del corpo, non senza disagi e attacchi di panico, ma dopo due anni era ora di iniziare di nuovo a vivere.

Incontrare Braden la sconvoge, per la prima volta dopo molto tempo si sente attratta da un ragazzo, ma la paura non la lascia e sebbene Braden non intenda mollare, lei fatica a fidarsi di lui!

“Ero sicura che qualcuno, una volta, mi aveva detto che dei ragazzi con gli occhi del colore del cielo d’estate e con un sorriso da capogiro non ci si poteva fidare. Ci credevo. O forse me lo ero appena inventato. «Allison.» Braden mi fece di nuovo quel sorriso. «È stato un piacere incontrarti.» «Credo che scontrare sia il verbo più giusto da usare» precisai. Lui annuì e mi fece l’occhiolino. «Ci vediamo, Allison.» Mi guardò per un altro istante, poi fece un cenno a Trevor e si voltò per andarsene. Io rimasi lì a fissarlo mentre raggiungeva la sua auto, chiedendomi come sarebbe stato se davvero ci fossimo rivisti.”

E si rivedono, lui la prende quasi come una missione e un passo alla volta ma soprattutto rispettando i tempi e gli spazi di Allison, riesce a conquistare la sua fiducia.

“Braden era la mia eccezione alla regola, la persona che avrebbe potuto ribaltare la situazione se solo gliene avessi dato la possibilità. La vera domanda, però, era se ero abbastanza coraggiosa da volere che la ribaltasse.”

Sembra tutto idilliaco e perfetto, ma Allison non riesce a parlare con Braden delle sue paure e di quello che le ha causate, e anche lui nasconde qualcosa, o meglio ci prova!
Sarà proprio il passato di Braden ad avere a che fare con le paure di Allison e che quando li trova riuscirà a distruggere il lavoro faticoso fatto dal ragazzo per conquistare la sua fiducia.
Il passato può condizionare il futuro al punto di distruggere anche un amore profondo?

Considerazioni

Il racconto è per lo più svolto da Allison in prima persona, verso gli ultimi capitoli però abbiamo un paio di questi narrati direttamente da Braden. L’autrice ha segnalato questo cambio di pov sola una volta, scordando di farlo nei successivi, devo però dire che a parte questo dettaglio, il cambio di pov è stato interessante.
Lo stile è nel complesso curato e semplice, scorrevole e colloquiale.
Il romanzo è molto lungo e per buona parte tratta questo corteggiamento estenuante di Braden, mentre Allison affoga nelle sue paure, fa un passo avanti e due indietro ogni volta. Certo il segreto e il male che ha passato avrebbero segnato chiunque e in questo ho apprezzato Braden che ha accettato e lottato per entrambi per ottenere la sua fiducia.
Inizialmente la lettura risulta forse un po’ lenta proprio per il lavoro introspettivo che vediamo fare da Allison, che elabora e cerca di esorcizzare le paure che la attanagliano. Quando finalmente il passato li raggiunge il romanzo prende il via, abbandona il lato romantico e quasi smielato. per un ritmo incalzante incuriosendo il lettore.
Molto carina anche l’idea di aggiungere oltre all’epilogo anche un “extra” che prelude il prossimo romanzo che vedrà protagonisti Rose a Aiden i due amici di Allison e Braden.
Avrei forse snellito l’inizio, alternando già da lì i pov dei due protagonisti, ma senza dubbio il romanzo contiene buone idee e spunti di riflessione.
Lo consiglio a chi ama gli amori che sono dannati sin dall’inizio!

“Braden era la mia eccezione alla regola, la persona che avrebbe potuto ribaltare la situazione se solo gliene avessi dato la possibilità. La vera domanda, però, era se ero abbastanza coraggiosa da volere che la ribaltasse.”

Buona lettura!

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni