ANALISI DELLA COVER - "AWAY from me" di Mya McKenzie




Buongiorno a tutti,
oggi ho il piacere di analizzare la cover del prossimo libro di Mya McKenzie, si tratta di AWAY from me, che verrà pubblicato il 4 Luglio. 

Partiamo dal titolo: AWAY from me, Lontano da me... un titolo che è tutto un programma, indica un proposito, una realtà o una necessità? Io ho la mia idea e se continuerete a leggere la scoprirete.

Particolare la scelta dei due colori che mi danno l'impressione che siano pronunciati dai due protagonisti, in una sorta di affermazione che forma un'unica frase.
Lontano (un avvertimento) da me (possesso). 

Il fronte e retro della cover mostrano due persone molto diverse (non mi riferisco al fatto che sono una donna e un uomo!) per caratteristiche cromatiche, credo indichi origini differenti. 
Lei bruna, dai colori caldi e ambrati, forse mediorentale e lui biondo con gli occhi chiari, probabilmente occidentale. Ne deduco differenze anche culturali e, probabilmente, anche libertà differenti.

Le espressioni dei due sono una di nostalgica accettazione e l'altro di caparbia determinazione, che sia nello starsi lontani o piuttosto nel bisogno di appartenersi lo dovrete scoprire leggendo il libro.

I colori di sfondo sono del mare e del cielo dopo la tempesta, blu così cangianti che indicano un continuo turbamento emotivo dovuto a decisioni da prendere o doveri imposti. 
Nel angolo in basso: acqua increspata, colori tenui, un periodo di calma, un lento incedere del tempo che segna un equilibrio che si mantiene nonostante sia in bilico.
Tra i due protagonisti un punto di mare calmo come un angolo di paradiso. Sembrerebbe un controsenso ma immagino che tra i due ci sia un "avvicinamento" che li ha fatti sperare, rinascere e desiderare qualcosa che sanno di non poter avere. 

Si preannuncia una storia ricca di scossoni e colpi di testa, dove elementi esterni lotteranno contro i desideri e i desideri contro le convinzioni.
Sarà di certo un bel viaggio scoprire se ad averla vinta saranno i sentimenti o la ragione.

Attendo di sapere da Mya McKenzie se le mie impressioni sono giuste o se ho sbagliato alla grande.
Nel frattempo le faccio un enorme in bocca al lupo.

Alla prossima!


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni