RECENSIONE " La scoperta del vero amore" di Laura Rocca


Titolo: La scoperta del vero Amore 
Autrice: Laura Rocca
Editore: Self publishing
Genere: Romance contemporaneo

Prezzo Ebook: € 2,99 - KU

Cartaceo: prossimamente.
Data uscita: 11/05/18
Serie: autoconclusivo
Sito autore



1 gennaio 2016


Caro diario, perché faccio questa cosa idiota? Ah sì… Durante una delle mie serate dell’autocommiserazione, ho ingurgitato un pacco di biscotti ultra large, quelli con gocce di cioccolato, i migliori. Poi, l’istinto suicida mi ha spinto a salire sulla bilancia ed è stata la fine. Mi sono abbarbicata sul letto e ho preso il telecomando: volevo solo spegnere il cervello. Proprio in quel momento, è apparso l’intelligentissimo programma che mi ha dato questa idea. «Sei infelice? Vorresti cambiare la tua vita?», ha detto il presentatore, come se si stesse rivolgendo a me. «Scrivi i tuoi obiettivi su un diario, le tue aspirazioni, cosa ti piace e ciò che detesti. Tutto diverrà più semplice e concreto. Riprendi in mano la tua vita!». Ma torniamo a noi. Mi chiamo Cat e ho ventisette anni, ma tu queste cose le sai già. Quali sono i miei obiettivi? Sembra una di quelle domande dementi che ti fanno ai colloqui di lavoro. Diciamo che al momento ho delle vane speranze: desidero qualche novità, qualche sorpresa che dia una svolta alla mia vita. Tanto so che a dicembre sarò qui ad augurarmi le stesse cose, e non ti odierò per aver riposto male le mie speranze. Nel frattempo, però, ti prego, ti scongiuro, ti supplico: fammi svegliare con il corpo di Eva Herzigová. Compi il miracolo! Se proprio non puoi trasformarmi in una supermodella, fa almeno che il mio lavoro torni a rendermi felice e non sia una continua frustrazione. In caso fossi colto da una generosità fuori dal normale, regalami lui, l’unico uomo di cui sia mai stata innamorata: Eli. Puoi anche impacchettarlo se vuoi; in realtà non sono una persona pretenziosa, quindi va bene anche senza fiocco. Vedi tu, insomma.

“Cosa cavolo sto scrivendo?”. 
Credo che questa prima pagina si concluderà qui, forse anche il diario. 
Che esperimento inutile… 



Buongiorno a tutti, il romanzo di cui vi parlo è “La scoperta del vero amore” di Laura Rocca, un romance romantico, il primo di quest’autrice che fino ad ora aveva sempre scritto fantasy.
Protagonista di questa storia è Cat, una ragazza di ventisette anni in sovrappeso. La sua condizione di “cicciona”, così si vede lei, la rende insicura e depressa. Professionalmente è una bravissima editor, sa di essere brava nel suo lavoro, ma non ha il coraggio di pubblicare un libro tutto suo. Le cattiverie subite negli anni a causa del suo aspetto fisico l’hanno portata a ergere un muro verso gli altri. Preferisce che gli altri non si avvicinino a lei perché antipatica, che non subire umiliazione per il suo peso. La sua filosofia "attaccare prima di essere attaccata", la porta a essere tagliente verso tutti, non rendendosi conto che spesso le sue impressioni non sono altro che un’idea che lei ha nella sua testa, dovuta dalla brutta opinione che prima di tutto lei a di sé.
Il suo collega d’ufficio, Eli, è un bellissimo ragazzo e un grafico di grande talento. Cat lo tratta sempre malissimo, è convinta che sia il classico playboy che passa da una ragazza all’altra. Nonostante lui sia sempre carino e gentile con lei, l’atteggiamento di Cat verso Eli è sempre scontroso, tanto che lui la chiama “zuccherino”, e spesso ha paura di scontrarsi con lei, a parte rari momenti in cui fanno ironia insieme. L’atteggiamento duro di Cat nei confronti di Eli però è dovuto al fatto che ne è perdutamente innamorata e l’unico modo per mantenere le distanze da lui ed evitare di soffrire, è detestarlo più di ogni altra persona.
La situazione sembra ad un punto fermo, Cat sembra avviata in un circolo vizioso dal quale non riesce a uscire, quando nella sua vita compare Theo, un ragazzo misterioso con il quale inizia a chattare. Tramite uno schermo Cat ha la sensazione di non essere giudicata, per la prima volta nella sua vita, si lascia andare, ed è veramente se stessa. I consigli di Theo, il suo appoggio, danno la spinta a Cat di mettersi in gioco e a cambiare.
All’inizio dell’anno, Cat scrive sul suo diario gli obbiettivi per l’anno nuovo, sperando che la sua vita cambi magicamente. Quello che imparerà però è che ogni cosa va conquistata.

“Per ottenere ciò che si desidera, ciò che fa stare bene, ciò per cui vale la pena vivere, bisogna tirare le unghie. Sbagliare è provare a fare qualcosa di diverso, non fermarsi davanti alla paura, alla sensazione di non essere abbastanza capaci o pronti.”

E soprattutto imparerà ad amarsi e a credere veramente in se stessa.

 “E ricorda sempre: nessuno potrà mai amarti, se tu stessa non lo farai per prima.” 

Considerazioni:
Una storia coinvolgente, due protagonisti in cui sono riuscita a identificarmi, a tratti anche divertente. Mi piaciuto molto come l’autrice ha sviluppato l’aspetto psicologico di Cat, sia i motivi che la spingevano a mangiare in modo sbagliato, sia l’aspetto che la portava a mettersi sulla difensiva, facendole fraintendere gli atteggiamenti di chi aveva di fronte. I pov alternati, ci permettono di capire anche chi è veramente Eli, e quanto le apparenze possono ingannare. Lo stile dell’autrice è scorrevole e riesce a mantenere un buon ritmo, nonostante sia lungo ben 500 pagine. Non vi svelo niente di più, invitandovi a leggere questo romanzo, assolutamente consigliato a chi ama le storie romantiche. 

Buona lettura!!!



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni