RECENSIONE "Solo una storia d'amore e di troppe paturnie – Volume 2" di Momi Gatto

Titolo: Solo una storia d'amore e di troppe paturnie – Volume 2 
Autrice: Momi Gatto 
Editore: Youcanprint 
Genere: Contemporary Romance 
Formato: ebook /cartaceo 
Prezzo:    1,99 € /  26,90 € 
Data pubblicazione: 26 ottobre 2015 
Protagonisti: Giulia e Davide 
Pagine: 494 pagine 
Serie: Secondo Volume della “Trilogia delle paturnie”

In Solo una storia d'amore e di troppe paturnie, Giulia e Davide si sono incontrati, sono diventati amici e, ognuno coi propri tempi, hanno scoperto di amarsi. In questo secondo capitolo della “Trilogia delle paturnie”, li vediamo gestire gli inizi del loro rapporto... una gestione che non sempre li trova sulla stessa lunghezza d’onda.Solo una cosa potrebbe aiutarla nello scontro epico coi suoi timori, ascoltare senza filtri ciò che le dice Davide. Invece Giulia propende per i classici piedi di piombo imbrigliando sentimenti e impulsi, ma farlo con uno come lui si rivela presto impossibile. La schiettezza del pallanuotista, unita alle continue stoccate mirate a farle abbassare la guardia, la convincono ad abbandonare il lato oscuro delle paranoie. Peccato però che, nonostante lui ci si avvicini in modo quasi indecoroso, il ragazzo perfetto non esista. Detto ciò, alzi la mano chi non ha scambi di vedute col proprio innamorato, chi non ci litiga, chi non ha avuto una crisi... autorizzata o meno che fosse. Riuscirà il caratterino caparbio e frizzante della nostra protagonista a sostenerla nel tenere testa a quel turbine senza freni che è il suo fidanzato?

Ebbene sì cari lettori, come se il primo libro non fosse stato abbastanza pieno di paturnie, eccomi qui a parlarvi del secondo volume della Trilogia delle paturnie. Scherzi a parte, il libro cui mi riferisco è “Solo una storia d'amore e di troppe paturnie – Volume due” scritto da Monica Gatto, in arte Momi Gatto.
Anche questo volume, seppur appartenente a una trilogia, è sufficientemente autoconclusivo, ma per iniziarlo è comunque necessario aver letto il libro precedente. Ritroviamo i nostri protagonisti, Giulia,  giovane ventenne, studentessa universitaria di Architettura e Davide Monti, giovane giocatore del Settebello, nazionale italiana di pallanuoto e brillante studente universitario di Giurisprudenza.
Giulia e Davide si confermano anche in questo nuovo libro come due qualunque ragazzi d'oggi, alle prese con la loro quotidianità e qualcosa in più: il loro amore. Un amore in cui Davide crede fermamente ed è pronto a dimostrarlo in ogni momento e con ogni gesto, mentre Giulia, nonostante sia innamoratissima, è continuamente frenata da mille dubbi e mille paranoie.
 “Una premessa, in una scala da uno a dieci io lo amo un miliardo, ma sull'onda di una paturnia nascente che approfondirò a breve, ciò che lascio trasparire è l'essere adeguatamente innamorata. Significa conservare un minimo di contegno che, ahimè, se mi lasciassi andare sarebbe pari a zero.”
Ed è così che si evolverà la loro storia d'amore appena nata. Tra passione, dolcezza, gelosie, ma anche tra paure e limiti.
Fino a quando avverrà un evento molto importante, per il quale verranno prese decisioni dettate dal forte amore che provano l'un l'altra, ma che provocherà delle conseguenze all'idillio che Giulia e Davide stavano vivendo.
Prevarranno testardaggine e risentimento o l'amore vincerà sulle paturnie? Ve lo lascio scoprire senza fare ulteriori anticipazioni.
Anche in questo secondo libro la storia è raccontata principalmente in prima persona dal punto di vista di Giulia, alle prese sempre con mille paturnie su qualsiasi cosa. Qualche capitolo è però anche dal pov di Davide, assolutamente necessario per poter avere maggiori approfondimenti su determinate scelte. Che meraviglioso ragazzo il nostro Davide!
La scrittura è scorrevole, anche se è presente qualche errore qua e là, e i dialoghi sono molto naturali e realistici. Sempre ottima e divertente la presenza di alcuni personaggi secondari. La storia si conferma carina, anche se secondo me alcune parti importanti sono state sviluppate troppo in fretta, mentre altre erano decisamente da accorciare (quante paturnie, mia cara Giulia!!). E per chi è arrivato fino a qui, non può non proseguire con la lettura dell'ultimo volume che chiude la trilogia. Chissà cosa ci aspetta!

Buona lettura e di nuovo....buone paturnie a tutti!


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey

RECENSIONE - "Deacon" di Veronica Scalmazzi