RECENSIONE IN ANTEPRIMA per "Un Perfetto Bastardo" di Vi Keeland e Penelope Ward

Titolo: Un perfetto bastardo
Autore:  Vi Keeland e Penelope Ward
Formato: Ebook / Cartaceo
Prezzo: 5.99 / 8.41
Genere: Contemporary Romance
Editore: Newton Compton
Data pubblicazione: 05 Luglio 2018
Pagine: 288




Era una mattina qualunque, il treno era affollato e tutto sembrava noiosamente normale. A un certo punto sono stata come ipnotizzata dal ragazzo seduto vicino al corridoio. Urlava contro qualcuno al telefono come se avesse il diritto di governare il mondo. Ma chi credeva di essere con quel suo completo costoso? In effetti, gli conferiva un’aria da leader, ma non è questo il punto. Non appena il treno si è fermato, è saltato giù così in fretta da dimenticarsi il telefono, e io… potrei averlo raccolto. Potrei anche aver spiato tutte le sue foto e chiamato alcuni dei suoi numeri. Okay, potrei persino aver tenuto il telefono dell’uomo misterioso fino a che non ho trovato il coraggio di restituirlo. Così ho raggiunto il suo ufficio da snob… e lui si è rifiutato di vedermi. Ho consegnato il cellulare alla reception dell’ufficio di quel bastardo arrogante. Ma potrei, diciamo per ipotesi, avergli lasciato qualche foto sul telefono. Foto non esattamente angeliche.


Vi Keeland
Con più di un milione di libri venduti, si è affermata come una delle autrici di maggiore successo della sua generazione e i suoi romanzi sono tradotti in dodici lingue. Vive a New York con il marito e i suoi tre figli.


Penelope Ward
È un’autrice bestseller del «New York Times», di «USA Today» e del «Wall Street Journal». È cresciuta a Boston e ha lavorato come giornalista prima di diventare una scrittrice. Vive nel Rhode Island con il marito e due figli. La Newton Compton ha pubblicato il suo romanzo Odioamore. 


Buongiorno carissimi, oggi voglio parlarvi in anteprima di "Un perfetto Bastardo" di Vi Keeland e Penelope Ward, in uscita dal 5 luglio per la Newton Compton Editori.

Dopo "Bastardo fino in fondo" sempre della famosa coppia di autrici, troviamo altri due protagonisti, cosa hanno in comune? Sicuramente l'ironia, il maschio Alfa e una donna che non si lascia mettere i piedi in testa da nessuno, nemmeno da chi sta su un livello sociale superiore al suo.

Devo ringraziare queste due fantastiche autrici perché grazie al loro libro sono riuscita a riprendermi da una lettura piuttosto tosta che ha preceduto questo libro. Questo libro è una lettura piacevole che si divora in poche ore, fresco, inebriante, divertente e sexy quanto basta.

Ma partiamo dal principio. Viola Venedetta è una bella ragazza un po' fuori dall'ordinario, ama tingersi le punte dei capelli in base al suo umore: rosse o blu, ma anche verdi e rosa ;) Ogni colore racchiude in sé un significato. Lavora per una rubrica di consigli "Chiedi a Ida" e oltre a fare da segretaria a quest'ultima molto spesso si ritrova anche a dover rispondere alle multiple richieste di consigli. Single, certamente non per scelta, si ritrova spesso a subire pessimi appuntamenti al buio organizzati per lei da amiche e dalla sorella. Quotidianamente si sposta con la metro per raggiungere il suo posto di lavoro e proprio mentre cerca di fuggire dall'ennesimo suo appuntamento sbagliato, viene attratta da un uomo bellissimo, carismatico e decisamente furioso al telefono, che non aveva mai visto prima viaggiare in metro. Riesce a sbirciarlo di nascosto, trova molto insolito che un uomo come lui che, si vede a distanza di un miglio puzzi di soldi, viaggi con i mezzi pubblici, ma proprio quando la metro si ferma lui salta giù, dimenticandosi il suo preziosissimo telefono. Naturalmente lo raccoglie senza farsi notare e in duplice conflitto tra il rincorrerlo per consegnargli l'oggetto o tenerlo, ignorandolo... decide chiaramente che potrà renderglielo anche il giorno dopo. D'altronde antipatico come si dimostra gli sta bene qualche guaio ogni tanto!

"Graham J. Morgan. Quell'uomo era veramente bellissimo. Il profilo netto del naso, la mandibola ben scolpita, e gli occhi del colore del cioccolato al latte fuso. Qualcosa mi diceva che i suoi antenati dovevano essere greci. Mi leccai le labbra. Maledizione. Sotto, lessi la sua biografia. Ventinove anni, Summa Cum Laude a Wharton, single, bla bla bla. L'unica cosa che mi sorprese fu l'ultima frase: il signor Morgan aveva fondato la Morgan Financial Holdings solamente otto anni prima, eppure il suo variegato portfolio di clienti poteva competere con le società di investimento più antiche e prestigiose di New York City. Immagino di essermi sbagliata sul paparino..."


Quell'uomo bello e arrogante probabilmente nascondeva qualche caratteristica positiva in più, oltre a essere altezzoso e credersi Dio in persona. Dopo aver sbirciato le sue foto in galleria ed esserne rimasta anche lì particolarmente colpita, decide persino di fare qualche telefonata con il suo telefono... Quel che è certo, è che Viola Venedetta si divertirà parecchio a combinargli qualche dispetto. Ma quando deciderà di rendergli il telefono nel suo posto di lavoro lui non vorrà neanche riceverla essendo senza appuntamento e senza neanche chiedere di che si tratta. Per vendetta lei lascerà nel suo telefono qualche scatto di sé, senza il volto, che gli faranno capire cosa in realtà si è perso...

È qui che ha inizio la storia. Lui sarà molto intenzionato e trovarla e lei... diciamo che non è stata cosi attenta a non farsi scoprire. Tra battute al vetriolo e imbarazzanti e divertenti aneddoti, la loro bizzarra frequentazione avrà inizio, scoprendo che forse non sono poi così diversi nonostante la differenza sociale piuttosto evidente. Tra difficoltà familiari che lei non è mai riuscita a superare e un segreto di cui era stato tenuto all'insaputa Graham, dalla perfida ex, che gli cadrà tra capo e collo, i due saranno costretti ad affrontare diversi ostacoli nella loro così fragile e appena nata storia. Eppure ciò che provano l'uno per l'altra è qualcosa di forte e sconosciuto per entrambi, tanto da non riuscire più a farne a meno. 

"Nessuno sa cosa accadrà da un giorno all'altro ma, se il mondo dovesse finire domani, non c'è altro posto dove vorrei essere se non qui insieme a te. Questo è tutto ciò che ho bisogno di sapere."
Riuscirà l'amore a essere più forte delle difficoltà anche quando il mondo sembra remarti contro e tutti sembrano mettersi in mezzo e insistere su quanto siano diversi e non possano stare insieme? Riuscirà Viola a combattere e non a sentirsi di troppo come se lui fosse destinato a un'altra con cui ha molto più in comune rispetto a lei?

I personaggi sono molto ben caratterizzati e la trama non è per niente scontata, questo crea interesse nel lettore e porta a leggerlo molto velocemente, avvantaggiati anche dalla scrittura pulita delle due autrici. Unica pecca ho trovato diversi e vari refusi, che non hanno sicuramente compromesso il racconto, ma diciamo che poteva essere revisionato meglio...
Nonostante questo, è una storia che sicuramente vi farà battere il cuore, ma indubbiamente vi farà tifare per loro due. E quando a fine libro sono giunta al punto in cui lui incontra un uomo che porta a spasso una capra... non ho potuto far altro che ridere fino alle lacrime (solo chi ha letto il primo libro può capire XD).

Consiglio questa lettura a chiunque abbia voglia di qualcosa di leggero, una storia d'amore intensa dove ogni tanto è stato necessario un po' di malox, ma che vi farà anche ridere, regalandovi una sensazione di buon umore a fine libro.

Buona Lettura!





Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni